Come sarà il Green Retail Forum 2018?

Come sarà il Green Retail Forum 2018?

L’appuntamento con il Forum promosso da PLEF dedicato a riflettere su come il mondo del largo consumo sta evolvendo verso la Sostenibilità fa emergere ogni anno un profondo senso di urgenza. Non siamo così distanti dal 2030, traguardo degli obiettivi dell’agenda ONU, a partire da quello della riduzione delle emissioni in atmosfera e di mitigazione degli effetti del cambiamento climatico, e pochissimo tempo ci rimane all’orizzonte intermedio del 2020, che cadrà a metà della presente legislatura.

Il cambiamento sta procedendo a passi ancora troppo ridotti e deve trovare nuovo impulso sul fronte dei comportamenti ambientali e sociali, pur consentendo uno sviluppo economico indispensabile per qualsiasi comunità. Gli stati e gli enti istituzionali internazionali, nazionali e locali devono fare la loro parte e altrettanto i privati, imprese o cittadini, talvolta compensando gli uni quello che gli altri non fanno.

Dal proprio punto di osservazione, PLEF rivolge da sempre la sua attenzione al mondo del largo consumo ed in particolare a ciò che avviene o può avvenire durante l’esperienza d’acquisto, fisico o virtuale, ovvero quando ogni individuo esercita col suo portafoglio scelte virtuose o non virtuose (per non dire dannose): le scelte dei cittadini esprimono stili di vita e possono condizionare le scelte delle imprese chiamate a soddisfare i loro bisogni, tuttavia può avvenire anche il contrario, ovvero che chi offre soluzioni ai bisogni guidi le scelte virtuose e responsabili dei cittadini. Questo è il senso del FORUM che, senza pregiudizi e classificazioni, vuole ragionare su ciò che di meglio si può ottenere, esaltando le buone pratiche e condividendo nuove idee utili alle cause comuni.

Nel 2018 partiremo con un aggiornamento dell‘Osservatorio PLEF su quanto le imprese produttrici e distributrici nel Largo Consumo hanno comunicato a Distribuzione Moderna in merito alle loro azioni per l’ambiente e/o il sociale, permettendoci di vedere la direzione presa, anche in rapporto ai 17 SDG. Poi ascolteremo i risultati dell’indagine di ASTAREA RICERCHE sulle opinioni del management dell’industria in relazione a come recepiscono l’approccio verso la Sostenibilità del Retail e se questo converge col loro, verificando se c’è congruenza con quanto dichiarato lo scorso anno dai top manager del Retail intervistati sulle loro scelte interne.

Vedremo poi con l’ausilio di ALTAVIA e IPLC il peso delle PERSONE, ovvero quali sono le attese dei cittadini/consumatori sia verso la Distribuzione sia verso la loro offerta di marchi privati, scoprendo come i consumatori di oggi apprezzano i leader dei diversi canali fisici e virtuali nei differenti settori e perché, verificando se ci sono vincitori o vinti.

Per i PRODOTTI analizzeremo i settori Alimentari&Bevande, Cura Casa&Persona e Non Food del grocery e non solo; con flash sul panorama internazionale curati da Kiki Lab e discussioni con alcuni dei più prestigiosi e stimolanti protagonisti. Fra gli altri: le scelte dei materiali più attenti all’ambiente, come ad esempio Tetra Pak, il prezzo pagato alla produzione agricola, la pericolosità degli agenti chimici, la valenza del Cause Related Marketing, l’abolizione dall’assortimento di prodotti non riciclabili o smaltibili… Una mattinata da seguire per cogliere il senso e il valore delle novità che verranno condivise dai protagonisti del Forum.

Il pomeriggio lascerà spazio a 3 workshop di approfondimento, in contemporanea, sui Processi, concentrando l’attenzione su tre temi principali: Filiera, Rendicontazione e Comunicazione: una serie di leader tra Operatori e Società Civile suggeriranno nuovi approcci in grado di diventare linee guida universali pur nella distintività dei propri posizionamenti, garantendoci con l’apporto di GS1 anche la sede adatta per formulare le raccomandazioni. Qui l’attenzione dovrà essere rivolta alla comprensione delle metodologie proposte, i vantaggi potenziali e le vulnerabilità superabili. Imparare facendo e imparare dagli altri grazie alla trasparenza e alla generosità di ciò che viene testimoniato.

Insomma, una giornata da non perdere, con una mattinata in plenaria per raccogliere e stimolare opinioni ed un pomeriggio di approfondimento maggiormente operativo, da rileggere poi in una sessione plenaria di conclusioni per un giudizio finale su dove siamo e dove stiamo andando alla luce degli obiettivi di sostenibilità che tutti insieme vogliamo e ci impegniamo a raggiungere.

Emanuele Plata – Presidente PLEF

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *