Il GreenRetailForum partecipa ad Ecomondo

Il GreenRetailForum partecipa ad Ecomondo

Giovedì 6 novembre 2014 ore 14.00-17.00 Sala Tiglio 1 pad.A6
Il ruolo della distribuzione organizzata nelle politiche di produzione e consumo sostenibile. Le iniziative più recenti in Europa

Emanuele Plata – presidente PLEF- e Domenico Canzoniero – ndb il marketing consapevole- parteciperanno al workshop  organizzato dal CTS Ecomondo e da ENEA che con Paolo Masoni presiederà i lavori al fianco di Claudio Mazzini, responsabile Innovazione e Valori di Coop Italia nonché blogger nel network del Fatto Quotidiano.

Lo spunto per questa iniziativa è stato offerto dall’Organisation Environmental Footprint Pilot Test per il settore distribuzione  di cui ci parlerà Simone Pedrazzini, di Quantis. Proprio Quantis assieme ad ENEA segue per l’Italia questo progetto pilota avviato dalla Commissione Europea per sperimentare la regolamentazione dell’impronta ambientale del settore distributivo, e l’evento del 6 novembre avrà il compito di comunicarci i risultati di questa prima sperimentazione in cui, si immagina, saranno coinvolti presto anche retailer italiani. In ogni caso è già un segnale interessante il fatto stesso che siano nato un progetto come questo, e soprattutto che finalmente si riconosca la centralità del fenomeno distributivo per un’evoluzione in senso sostenibile di tutto il comparto produttivo del largo consumo, dove la distribuzione organizzata esercita il suo potere di influenza sia sulla produzione sia sui consumatori.
Il GreenRetailForum&Expo con Plata e Canzoniero ha partecipato al Call For Paper indetto dagli organizzatori per presentare la sua prospettiva sistemica sull’innovazione sostenibile nell’accesso ai beni di consumo. Andremo a riproporre la nostra prospettiva delle 3V del valore sostenibile: Verde, + Verde, Verdissimo che vuole offrire un panorama completo ed evolutivo degli orientamenti sostenibili oggi praticati, interpretandoli a partire dalla motivazione, dall’obiettivo di marketing che si vuole raggiungere e quindi dalla correlata concezione di sostenibilità aziendale praticata. Una sintesi in chiave retail della matrice delle 3V la trovate in questo intervento del GreenRetailForum 2013.
Ci auguriamo che il confronto possa essere produttivo e che la nostra prospettiva contribuisca ad allargare il quadro in cui si muove il progetto pilota della Commissione che, a quanto sembra, verte in primo luogo sulla dimensione ambientale, tralasciando in questo caso gli aspetti sociali, culturali e sistemici che un retail sostenibile dovrà soddisfare.

Tenetevi aggiornati sui profili social del GreenRetailExpo che in questo occasione riattiveremo per darvi aggiornamenti in diretta sulla discussione.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *